La tecnica dell'acquarello nel Tatuaggio
Dalle pitture rupestri alla pelle

Art World di Lara Selva

L’acquarello è una tecnica espressiva pittorica di origini antichissime: ritrovamenti archeologici fanno pensare che possa risalire addirittura all’era delle pitture rupestri. Ebbe molto successo soprattutto dal Medioevo, dove venne utilizzata dai monaci nei codici miniati, per seguire nel 1500 per studi di botanica e scienza.

La tecnica prevede l’utilizzo di pigmenti finemente macinati e mescolati con un legante, gomma arabica o gomma di Kordofan, un tipo di gomma naturale pregiata, prodotta nella regione del Kordofan, in Sudan, diluiti poi in acqua.

Si distingue per la sua estrema leggerezza ma allo stesso tempo intensa espressività.

Questa tecnica in tutta la sua bellezza, si è tramandata anche nel mondo del tatuaggio, avvolgendo pelli con i suoi colori vivaci.
E’ uno degli stili in cui il tatuatore può esprimere al massimo la sua creatività, è necessaria molta dimestichezza con la tecnica, anche se può sembrare semplice la pennellata deve essere decisa e sicura.

I colori brillanti sconfinano la figura disegnata, ricreando questa idea di schizzo fatto a mano.
I migliori soggetti per questo stile sono fiori oppure animali, ma può essere applicata anche a tante altre idee.

Qui puoi trovare alcuni dei nostri watercolor realizzati sui nostri clienti!

Se ti piace lo stile contattaci, creeremo il tuo tatuaggio watercolor!

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@laraselva.it